home

LIBRO "ALPI DI PACE, ALPI DI GUERRA"

23 febbraio 2018

Allo scoppio della Prima Guerra Mondiale gli eserciti italiano e austro-ungarico hanno scavato lungo le Alpi trincee, tunnel, strade di arroccamento e caverne artificiali. Hanno costruito caserme ed edifici, hanno installato reticolati e teleferiche, hanno portato cannoni e mitragliatrici sulle vette più impervie.
Poi nel 1917, dopo Caporetto, la maggior parte delle postazioni è stata abbandonata e alla fine della guerra le popolazioni di montagna sono sopravvissute recuperando ferro e cimeli. Un mestiere pericoloso, che a causa delle migliaia di ordigni inesplosi ha causato mutilazioni e morti.

Così oggi, camminare sulle Alpi orientali significa rivivere la storia di cento anni fa, intessuta delle tante storie di luoghi e uomini, molte delle quali raccontate da Stefano Ardito in questo libro, intitolato Alpi di guerra, Alpi di pace ed edito da Corbaccio. Un volume unico nel suo genere, imperdibile per gli appassionati della Grande Guerra, degli alpini e della montagna, e che abbiamo presentato di recente nella rubrica libri che curiamo per I Love Livigno.

Stefano Ardito, Alpi di guerra, Alpi di pace, Corbaccio, € 19.60

< Torna in dietro
facebooktomis
livigno Valtellina

Novità di narrativa straniera

Settembre: ORARI di APERTURA

Dal lunedì alla domenica dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 14.30 alle 19:00.

Novità di varia: self-help

TOP FIVE al 16 settembre

1) Wilbur Smith, Grido di guerra
2) Andrea Camilleri, Ora dimmi di te. Lettera a Matilda
3) Elena Ferrante, L'amica geniale
4) Helena Janeczek, La ragazza con la Leica
5) Andrea Camilleri, Il metodo Catalanotti

Novità di narrativa italiana